Molti ormai credono che l’email marketing sia superato, ma è davvero così?

La maggior parte delle nostre caselle di posta sono inondate di spam e di email che non riusciamo neppure a ricordare perché stiamo ricevendo.

Come professionisti della comunicazione da tempo stiamo cercando di valutare se l’email sia ancora un buono strumento di marketing.

La nostra risposta è: dipende da come si usa!

Se utilizzata correttamente l’email è uno strumento veloce, può essere tracciato, produce risultati immediati e può essere personalizzato per il destinatario.

Un buon email marketing quindi può risultare efficace per:

Mantenere la base dei donatori e coinvolgere le persone che hanno espresso interesse per la tua organizzazione non profit.
Informare i sostenitori sui nostri eventi.
Promuovere le campagne di raccolta fondi.
Raccontare i nuovi sviluppi nel tuo settore e della tua organizzazione non profit.

Come avrai capito l’elenco delle possibilità va ben oltre la classica mail “Grazie per la donazione” e può essere un ottimo modo per mantenere la connessione con i tuoi sostenitori e approfondire la relazione.

Le newsletter

L’invio di newsletter può essere un pezzo prezioso della strategia di marketing per la tua organizzazione non profit. L’utilizzo di questo strumento ti può aiutare a costruire una relazione con i tuoi sostenitori, indirizzare il traffico verso il tuo sito web, incrementare le donazioni e raccogliere nuovi volontari, frequentatori di eventi e altri sostenitori generali.

NOTA BENE: Supponiamo che tu abbia una lista di sostenitori che hanno dato il consenso a ricevere la tua newsletter. Una volta che la newsletter entra nella loro casella di posta, devi comunque convincerli a leggerla. Anche se i tuoi contenuti sono di prim’ordine, è probabile che le persone ignorino del tutto la mail o la chiudano immediatamente trovando informazioni confuse e immagini di bassa qualità.
È quindi estremamente importante che le tue newsletter siano semplici e invitanti per i tuoi lettori.

I nostri suggerimenti per scrivere e inviare una newsletter che sarà letta e per fare un buon email marketing

Scegli un fornitore di servizi di posta elettronica di qualità
Oggi nel mondo esistono molti fornitori di servizi di posta elettronica. Prenditi del tempo per sceglierne uno intuitivo da usare e che offra modelli di email ben progettati e facilmente personalizzabili.
Scegli un modello di mail che sia responsive
Quando si sceglie un modello di newsletter, una buona idea è quella di prendere seriamente in considerazione un modello responsive in modo che chiunque, ovunque, possa facilmente leggere la mail, che sia alla sua scrivania, a fare commissioni o sull’autobus per andare al lavoro. Più pulito è il design del modello, meglio è. Il messaggio della tua organizzazione non profit deve risaltare e essere facilmente leggibile.
Personalizza il modello della mail per abbinarlo al tuo “marchio”
Le persone ricevono molte email ogni giorno. Personalizza il tuo modello in modo che corrisponda allo stile del tuo blog o sito web per far sì che le persone riconoscano al primo sguardo la mail come proveniente dalla tua organizzazione.
Inserisci il tuo logo nella parte superiore della newsletter.
Includi i colori della tua organizzazione nel testo, nello sfondo o nei titoli delle sezioni in modo da essere coordinati col tuo sito web
.
Pensa alla gerarchia dei contenuti
La gerarchia delle informazioni è semplicemente un termine elaborato per indicare il metodo di inserimento  dei contenuti  nella newsletter in un ordine che abbia un senso. Hai un evento importante in arrivo? Hai bisogno urgente di donazioni? Posiziona il messaggio più urgente o più importante nella parte superiore della tua newsletter in modo che la gente lo veda per primo. Organizza il resto dei tuoi contenuti, dal più importante al meno importante.
Inserisci alcune immagini chiave
Scegli alcune foto da incorporare nella tua newsletter, ma cerca di non esagerare. Se aggiungi troppe immagini la tua newsletter potrebbe essere troppo pesante, lenta da caricare e graficamente troppo ingombra. Seleziona poche immagini di alta qualità che possano catturare l’attenzione del lettore e guidare il suo sguardo lungo la pagina. Tieni presente che le dimensioni delle immagini devono essere il più possibile ridotte, pur preservando l’integrità della foto, per mantenere tempi di caricamento rapidi su tutti i dispositivi.
Aggiungi link di condivisione social
Offri ai lettori l’opportunità di condividere le tue informazioni e articoli con la loro rete di amici e familiari. I link di condivisione social consentono alle persone di pubblicare i propri articoli sui profili social personali.
Includi i tuoi collegamenti ai social media
Fai in modo che i tuoi sostenitori ti trovino facilmente anche sui social media. Questo aiuta loro a rimanere in contatto con la tua organizzazione e te a far crescere la tua presenza online.
Includi un pulsante di donazione
Aggiungi un pulsante di donazione che porti le persone direttamente alla pagina “Donazioni” sul tuo sito web. Se non avessero già pensato di donare, la tua call to action potrebbe aiutarli nella decisione.
Rendi sempre disponibile un link per l’annullamento dell’iscrizione alla newsletter
Anche se questo è solo un piccolo link nel footer, è obbligatorio per legge consentire alle persone di annullare l’iscrizione alla tua newsletter, se lo desiderano (anche se si spera che questo sia un non-problema con il tuo nuovo design accattivante).

A questo punto avrai certamente capito che l’email marketing e in particolare l’utilizzo delle newsletter potrebbe essere un buono strumento per rimanere in contatto con i tuoi sostenitori. Se hai dei dubbi su come integrare questo strumento nella tua strategia di marketing contattaci per una prima consulenza gratuita.

Leave a Reply